Articoli Didattici

Le funzioni della laringe nella didattica del canto: riflessioni metodologiche per un aggiornamento della pedagogia vocale

10 maggio 2017

di Massimo Sardi Mi resta ora a parlare ancora delle vocette sottili e deboli [i corsivi sono dell’autore] nell’intero loro registro, che, secondo me, poco valgono, perché qualunque voce deve avere (per quanto più si può) un buon corpo. Si osservano ordinariamente queste voci, debolissime nelle corde di petto, ed in conseguenza prive delle voci […]

La respirazione e l’appoggio nel canto

10 maggio 2017

di Antonio Juvarra Un esordio teatrale, ad effetto, vagamente marxiano, per introdurre il discorso sul ruolo della respirazione nel canto potrebbe essere: “Finora gli scienziati hanno cercato di capire la realtà materiale, esterna, visibile della respirazione e del canto, si tratta adesso di penetrarne il retroscena invisibile.” In effetti anche la respirazione e il canto, […]

Il canto tra terminologia e didattica

10 maggio 2017

di Franco Fussi e Sara Jane Ghiotti L’immagine empirica è stata a lungo utilizzata nella didattica del canto come ausilio pedagogico e a volte anche come modalità principale dell’insegnamento. Oggi, complici i progressi scientifici nella comprensione dei meccanismi della fisiologia del canto, l’abitudine all’uso di suggestioni immaginifiche viene usato con maggiore cautela da molti maestri […]

Il canto tra terminologia e didattica – II parte

13 aprile 2017

di Franco Fussi e Sara Jane Ghiotti Vibrato La sensazione percettiva del vibrato fa intuire ai cantanti professionisti come esso sia la naturale conseguenza di una emissione libera da vincoli ipercinetici. Essi, tuttavia, nel tentare di descriverne i meccanismi regolatori, incorrono in diversi equivoci: pensano ad esempio che la variazione di frequenza e intensità propria […]

Aspetti e caratteristiche non verbali del linguaggio vocale

13 aprile 2017

1. Comunicazione vocale non verbale. 1.1. La comunicazione preverbale. Da uno studio di zoologia della metà degli anni Quaranta risulta che l’apprendimento degli uccelli canori ha inizio fin dalla covata; una particolare iniziazione che si effettua con la trasmissione dei suoni emessi dalla madre attraverso il guscio dell’uovo in cui cresce il futuro uccellino. Un […]